S​/​T

by FF X IRHU

supported by
/
1.

about

"Io e Irhu non ci siamo mai incontrati dal vivo...Da un po' pensavamo di fare qualcosa insieme, e da poco abbiamo trovato il tempo di farlo. In una settimana di delirio comune a distanza, scambiando files ed idee via skype, abbiamo lavorato a quello che sarà un EP insieme, a tutti gli effetti. Ho preso un pò di sue strumentali già edite e le ho farcite. Altre sono arrivate dopo. Promenade (2) è il primo estratto. E' due amici che non si sono mai beccati, e vanno a giro insieme, ognuno per la sua, alla ricerca di pace tra casini, sempre forti nella lotta..." - FFiume

"Solitamente le cose che nascono per caso o per caos, anagrammate come volete, sono quelle che mi piacciono di più, e con FFiume è stato così. Ci siamo trovati sulla stessa giostra, ognuno immerso nei propri pensieri e questioni. In realtà m'ha sempre detto ''Quando mi fai sentire qualcosa?'', ed io non conoscendolo di persona non sono andato oltre alla semplice condivisione, e qualche beats ''commissionato'', visto che m'era difficile capirne gli intenti. Poi è successo che ho iniziato (e mai finito, ci tengo a dirlo) a svuotare il mio archivio sul web, la musica ha fatto tutto, io non centro nulla, o il caso o caos, se preferite." - Irhu

credits

released September 22, 2014

FFXIRHU
S/T

Liriche scritte e registrate da FFiume presso Studio Mobile per AMMT
Musiche prodotte e missate da Irhu presso Irhu's Crib per IrhuMusic
Masterizzato da Fabio Musta presso Different Lab Studio

Concetto grafico e sviluppo artwork: FF & Irhu per S/T
Supporto Tecnico: Lorenzo Perrotta per strettoblaster dot com

Una produzione strettoblaster/IrhuMusic, 2014

tags

license

all rights reserved

about

strettoblaster Reggio Di Calabria, Italy

strettoblaster.com
beats, pieces, wrong ideas

We're all about vibes, not hype.

contact / help

Contact strettoblaster

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: Promenade (2)
Saranno un pò le droghe leggere
sarà che questo cielo ci si beve certe sere
le stelle sono luce di candele sulla pieve
il tempo è lieve oltre la siepe non ci si vede no
sarà questo colore che calco
distante e distratto restando qua in alto
mi giro di scatto io non lo so affatto
magari c'è altro facciamoci un salto dai
io te ne dò un tanto tu mettine un altro
ne faccio uno tanto e non ci stiamo pensando
passandoci accanto andando sul quanto
dal primo giù al quarto il quadro cambia in un lampo
cavalco la luce che la scossa produce il suono conduce
castore e polluce e poi due passi da giganti
tra monti tramonti e radure davanti sai
in mezzo scorre un fiume lascia fuori l'ansia e le paure
se vuoi puoi dai fai pure
la mia parure ha fiori e cure aghi e crune
con un calumet ed un lume

Rit:
Vieni a fare un giro con me
A fare un giro con me (x4)

Dopo che le avremo seppellite non temerai
le insidie le discese e le salite ci si fa due passi
per sgranchirsi le ferite quando il clima è mite
come quando è bachelite sai
il tempo mi sorride quando Gigi lo divide
senti che bell'aria si respira margherite
penso sia un mistero questo stile non so che dire
io lo tengo e lui mi dice m'illumina nel nero
cancella ogni sfacelo alla mia vita e alla mia via dà la scia del cielo
tipo che dio c'è ed io ci credo c'era una volta un angelo
dentro uno stereo john coltrane don cornelio
un soul train d'amor supremo e se premo on mi ci rivedo
penso a me com'ero tanto tempo fa messo sul sofa
giravo i dischi per papà ed oggi siamo qua ancora su sto tagadà
con più nochalance di rischio se vuoi andar a spasso
fammi giusto un fischio

RIT.

Su basso e batteria tiro il fiato dove non sono mai stato vado
levo l'ancora partiamo ci hai mai pensato
dovremmo andarci piano
se andiamo non torniamo il viaggio è a senso unico
contromano
come Zinghetti è disumano
come ci disuniamo quando risuoniamo non ci troviamo
io resto pesto sul divano in armonia con l'universo
fuori nell'immenso divago
con ogni senso aperto dal primo fino al sesto
assesto quest'hifi dove saluto con la mano
alieno tipo nano nano manco fossi Spraal original fenomenal dilago nell'arca perduta mi godo la veduta il concetto della vita
è che va giusto vissuta dammi canapa ed un po' di iuta
aiutati che dio t'aiuta sciuta com'è sciuta è sciuta finc'a qua
oggi non si sa poi domani si vedrà
andiamo un pò più in là